MOZIONE PER L'ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI VOLONTÀ DEL CITTADINO ALLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI IN SEDE DI RILASCIO E RINNOVO DEL DOCUMENTO CARTA D’IDENTITA

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

MOZIONE PER L'ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI VOLONTÀ DEL CITTADINO ALLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI IN SEDE DI RILASCIO E RINNOVO DEL DOCUMENTO CARTA D’IDENTITA DI CITTADINI RESIDENTI

OGGETTO : ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DI REGISTRAZIONE DELLA DICHIARAZIONE DI VOLONTÀ DEL CITTADINO ALLA DONAZIONE DI ORGANI E TESSUTI IN SEDE DI RILASCIO E RINNOVO DEL DOCUMENTO “CARTA D’IDENTITA”

PREMESSO CHE

  • il trapianto degli organi è un’efficace terapia per alcune gravi malattie che colpiscono gli organi o tessuti del corpo umano e che non sono curabili in altro modo;
  • la donazione di organi e di tessuti rappresenta un atto di solidarietà verso il prossimo, un segno di grande civiltà e di rispetto per la vita;
  • grazie all’esperienza acquisita negli ultimi anni, il trapianto consente al paziente una durata e una qualità di vita che nessun’altra terapia è in grado di garantire;
  • in Italia si è raggiunto un ottimo livello di professionalità nell’ambito dei trapianti di organi, ma il problema rimane la reperibilità degli organi in quanto a fronte di un incremento si riscontra una stasi nelle dichiarazioni di volontà dei cittadini: nel 2011 sono stati eseguiti 1512 trapianti di rene a fronte di una lista in attesa di 8731;
  • ad oggi la volontà di donare gli organi può essere manifestata presso gli sportelli Asl portando con se, insieme ad un documento di identità, una dichiarazione di volontà a donare oppure attraverso la tessera o l’atto olografo dell’Associazione Italiana Donatori Organi (A.I.D.O.).

VISTO CHE

per andare incontro al problema, la legge 1 aprile 1999 n 91 “Disposizioni in materia di prelievi e di trapianti di organi e di tessuti” prevede l’informatizzazione della volontà dei cittadini all’interno del Sistema informativo Trapianti.

VISTO INOLTRE

il decreto legge 30 dicembre 2009 n. 194 coordinato con la legge di conversione 26 febbraio 2010, n. 25 recante “proroga in termini previsti da disposizioni legislative” (c.d. Milleproroghe) il quale stabilisce che la carta d’identità possa essere il documento nel quale registrare la dichiarazione della volontà o meno del cittadino a donare i propri organi.

CONSIDERATO CHE

  • la crescente sensibilità nella opinione pubblica circa la necessità della donazione di organi e l'insufficienza dei mezzi fino ad ora adottati per cogliere questa volontà, ivi compreso il tentativo di alcuni anni fa attraverso il “Testamento Biologico”, approvato in questo consiglio, e mai attivato fino in fondo.
  • la lettura congiunta delle due disposizioni legislative permetterebbe ai centri di Coordinamento Regionali Trapianti la consultazione del Sistema Informativo in 24 ore e quindi procedere speditamente ai trapianti dando seguito al processo di attuazione della normativa del 1999.

CONSTATATO CHE

  • il rilascio/rinnovo della carta d’identità è un'operazione che tutti i cittadini effettuano periodicamente e con questa modalità si aumenterebbero, in maniera graduale e costante, le  dichiarazioni di volontà di tutta la popolazione del territorio maggiorenne e che la suddetta dichiarazione può essere raccolta e resa disponibile telematicamente al Database del Sistema Informativo Trapianti (SIT), al fine di consentirne la consultazione, 24 ore su 24, ai centri di Coordinamento Regionali Trapianti.

ATTESTATO CHE

  • la dichiarazione di volontà rilasciata presso il Comune ha valore legale e può essere modificata, in qualsiasi momento, con una dichiarazione successiva e contraria alla precedente e va reiterata ad ogni richiesta/rinnovo/duplicato/sostituzione della carta d’identità.
  • tale soluzione, già adottata in altri Comuni, compreso quello di Bastiglia recentemente, può indubbiamente favorire l'adesione dei cittadini alla donazione, senza per questo dover attivare altre procedure più complicate e impegnative per manifestare la propria volontà

 

RICONOSCIUTO

l’altissimo valore sociale dell’iniziativa e di immediatezza operativa che ne potranno derivare dallo stretto collegamento tra la banca dati comunale e le volontà manifestate positivamente alla donazione degli organi e dei tessuti in sede di rinnovo/rilascio della carta d’identità e la banca dati in possesso del CNT e delle sue diramazioni regionali.

 

PER IL RAGGIUNGIMENTO DELLE FINALITA’ SOPRA CITATE,

SI IMPEGNA SINDACO E GIUNTA:

  • A predisporre ogni atto utile, dando mandato ai responsabili del settore nel cui ambito rientrano le unità operative facenti capo ai Servizi Demografici, per introdurre nelle attuali procedure di rilascio, rinnovo dei documenti di identità, o in qualsiasi momento un Cittadino ne faccia richiesta, la registrazione della volontà del cittadino alla donazione degli organi e tessuti attraverso la predisposizione di un protocollo d'intesa con il sistema sanitario nazionale, per la trasmissione delle adesioni raccolte nel Sistema Informativo Trapianti del Ministero della Salute.
  • A pubblicizzare tale iniziativa a tutti i cittadini maggiorenni anche attraverso ogni forma ritenuta utile, una volta attuato il progetto.

I Consiglieri Comunali MoVimento 5 Stelle Bomporto - movimentocinquesteslle.it

Statistiche

Utenti
486
Articoli
543
Web Links
20
Visite agli articoli
816130

Please publish modules in offcanvas position.