MOZIONE PER L'ACCESSO FONDI PER MESSA IN SICUREZZA E SVILUPPO (NUOVE ED ESISTENTI) PISTE CICLABILI

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

MOZIONE PER L'ACCESSO FONDI PER MESSA IN SICUREZZA E SVILUPPO (NUOVE ED ESISTENTI) PISTE CICLABILI

TESTO DELLA MOZIONE CONSILIARE PRESENTATA

 

PREMESSO CHE

Nell’anno 2013 in Parlamento è stato approvato un emendamento, a prima firma Michele Dell’Orco (M5S), al decreto legge n. 69/2013 per il recupero di fondi mai utilizzati del Primo e Secondo Programma Nazionale per la Sicurezza Stradale che andavano destinati allo sviluppo delle piste ciclabili e della sicurezza dei ciclisti.

Dopo quasi 4 anni di solleciti da parte del gruppo parlamentare Movimento 5 Stelle affinchè l’emendamento, a tutti gli effetti diventato legge, venisse attuato ed i fondi sbloccati, è arrivato il via libera dal ministro; è stato recentemente comunicato da Graziano Delrio che i 12,5 milioni di euro saranno destinati ai Comuni e potranno essere spesi per lo sviluppo e messa in sicurezza di percorsi e piste ciclabili e pedonali.

CONSIDERATO CHE

Con  decreto n. 481 del 29/12/16 il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti  ha provveduto al riparto delle risorse per la realizzazione in cofinanziamento di un programma di interventi per lo sviluppo e la messa in sicurezza di itinerari e percorsi ciclabili e pedonali e prevede che spetta alle Regioni utilizzare quei fondi presentando entro 150 giorni un programma di interventi che il Ministero finanzierà al 50% nel limite massimo destinato ad ogni Regione.

    Che nel medesimo decreto è previsto per la Regione Emilia Romagna uno stanziamento finale (al 2018) di € 1.281.571,97

RILEVATO CHE

nel finanziamento rientreranno le seguenti tipologie di interventi:

  • realizzazione di piste ciclabili, anche in funzione di disimpegno della sede stradale promiscua;
  • realizzazione di percorsi pedonali, attraversamenti pedonali semaforizzati, attraversamenti con isole salvagente, attraversamenti mediante passerelle, sovrappassi, sottopassi;
  • messa in sicurezza di percorsi ciclabili e pedonali;
  • creazione di una rete di percorsi ciclopedonali protetti o con esclusione del traffico motorizzato da tutta la sede stradale;
  • realizzazione di progetti per una mobilità sicura e sostenibile per pedoni, ciclisti e altri utenti vulnerabili, secondo criteri di sistematicità, coerenza, integrazione, orientamento su obiettivi specifici e misurabili, monitoraggio dei risultati e valutazione della loro efficacia, condivisione dei risultati ed esperienza.

 

INOLTRE

Il decreto lascia ampi margini organizzativi alle Regioni per quanto concerne le procedure, infatti i progetti potranno essere attuati dai Comuni, dalle Regioni stesse oppure in collaborazione tra i due enti.

Il decreto lascia ampi margini decisionali alle Regioni nella procedura di selezione dei progetti: si potrà scegliere la procedura ritenuta più idonea tra quella concertativa, competitiva o mista.

VALUTATO CHE

I criteri per definire e selezionare le proposte saranno:

  • effettive  esigenze di riduzione dei rischi evidenziati dall’analisi di incidentalità;
  • efficacia dell’intervento proposto in relazione all’eliminazione o riduzione dei rischi evidenziati;
  • possibilità di concorso finanziario degli enti beneficiari, titolari delle infrastrutture oggetto dei lavori, tali da consentire un ampliamento delle ipotesi di attività in relazione ai limiti dei finanziamenti statali assentiti e delle capacità di intervento finanziario regionali.

CONSIDERATO NECESSARIO

Utilizzare tutte le risorse che vengono messe a disposizione degli enti locali per completare e migliorare ed aumentare i percorsi ciclabili esistenti nel nostro Comune.

SI IMPEGNA SINDACO E AMMINISTRAZIONE COMUNALE:

 

  • Entro UN MESE dall’approvazione della presente a:
  • stabilire dei contatti con l’Assessore ai trasporti dell’Emilia Romagna Raffaele Donini chiedendo come la Regione intenderà gestire i fondi
  • stilare un elenco delle piste ciclabili sul territorio con relativo stato e necessita di manutenzione.


Bomporto, 13 febbraio 2017

 

GRUPPO CONSILIARE

MOVIMENTO 5 STELLE BOMPORTO

Francesco Piro

Tiziana Cipriani

William Grosoli

Statistiche

Utenti
486
Articoli
543
Web Links
20
Visite agli articoli
816129

Please publish modules in offcanvas position.