Bad News

Cattive Notizie

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Anche quest'anno Piene dei Fiumi per Natale...come nel 2009.

Articolo tratto da La Gazzetta di Modena

 Piena del Secchia e del Panaro: mentre dal pomeriggio del 24 sono stati chiusi i ponti, la notte appena trascorsa ha visto il monitoraggio al Centro unico di protezione civile di Marzaglia e l'attività di sorveglianza nei comuni dell'asta del Secchia, con l'ausilio anche di quattro squadre di volontari della Consulta provinciale di protezione civile. Verso le 17 del 24 sono stati chiusi Ponte Alto e il ponte dell'Uccellino al confine con Soliera, chiusa al traffico anche via Curtatona a Fossalta.  A Cavezzo è stato chiuso ponte Motta, sulla strada provinciale 468. Dalle 20 di ieri (23 dnr) erano in preallarme, con l'apertura delle strutture di monitoraggio, i Comuni di Soliera, Bastiglia, Bomporto, San Prospero e Carpi. Quasta mattina dalle 7 Cavezzo, Novi e San Possidonio; alle 12 Concordia.  La piena è stata provocata dalle piogge degli ultimi due giorni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

LA SICUREZZA DEVE TORNARE AL CENTRO DELL'ATTENZIONE.

Articolo di Cronaca tratto da La Gazzetta di Modena

 BOMPORTO. Ladri "vespertini" scatenati in tutto il territorio comunale di Bomporto.  I banditi hanno colpito lunedì sera in due abitazioni di via Gobbetti a Sorbara, nello stesso quartiere dove erano stati un paio di settimane fa, quando un residente rientrando a casa per l'ora di cena si era trovato davanti un uomo che scendeva dalla sua terrazza attraverso la grondaia. Allora i danni furono contenuti, stavolta si registra anche il bottino maggiore dei raid dell'altra sera: 5mila euro tra contanti e monili d'oro, rubati in una delle case prese mdi mira nella frazione. Nel capoluogo Bomporto, invece, è stata presa di mira un'abitazione del nuovo quartiere alle spalle del centro 'Il Naviglio'.  Infine i ladri si sono trasferiti a Solara, dove in passato avevano furoreggiato, stavolta in una casa che sorge a ridosso della Panaria Bassa. Anche da qui sono spariti soldi e oro. Si tratta degli ormai famosi ladri acrobati, finora ascritti a due bande diverse: una di rumeni che gravitano sul Bologna, l'altra di slavi che vengono dal milanese. Percorrono sistematicamente gli stessi itinerari (a cavallo dlela Satatale 12 del Canaletto e della Panaria Bassa) e sfruttano grondaie e balconi per intrufolarsi nelle abitazioni ai piani alti. I padroni di casa derubati a Bomporto e frazioni hanno scoperto le intrusioni soltanto al loro ritorno a casa. Al momento non si registrano testimoni. Indagini dei carabinieri, allertati dalle vittime.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Provincia: «La differenziata solo al 51%»

La raccolta differenziata nel modenese nel primo semestre del 2010 ha raggiunto la quota del 51,2% delle 228mila tonnellate di rifiuti complessivamente prodotte, con un ulteriore aumento rispetto al 50,9 per cento del 2009. I dati scaturiscono dalle elaborazioni condotte dall'Osservatorio provinciale rifiuti in base alle informazioni fornite da Comuni e dai gestori del servizio Aimag, Geovest ed Hera. "Prosegue così - sottolinea l'assessore provinciale Stefano Vaccari - la tendenza positiva riscontrata in questi ultimi anni. Si tratta di un risultato importante che ci permette di guardare con fiducia all'obiettivo strategico della riduzione al minimo del ricorso alle discariche. Il prossimo traguardo è raggiungere il 55% previsto dal Piano. La crescita della differenziata è il risultato degli investimenti degli enti locali e delle aziende di servizio ma soprattutto della sensibilità dimostrata dai cittadini. Per incrementare ulteriormente questi risultati - aggiunge Vaccari - occorre estendere sistemi innovativi di raccolta porta a porta in diverse realtà, oltre a potenziare l'utilizzo delle stazioni ecologiche e riorganizzare la raccolta stradale.

 

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

I vigili chiudono un canile abusivo a Villavara di Bomporto

 da la Gazzetta di Modena - 22 settembre 2010

Un canile privato completamente abusivo è stato scoperto nella frazione di Villavara di Bomporto dagli operatori del Nucleo di prossimità dei vigili urbani di Modena. La struttura era gestita da un modenese. Il canile offriva ai clienti prezzi stracciati (dai 16 ai 18 euro al giorno) ma per i cani ospitati nelle gabbie - una decina quelli presenti al momento del controllo della polizia municipale - si aprivano le porte di locali non idonei per spazi, illuminazione e trattamento.  Nel verbale stilato dagli agenti vengono descritte alcune sutuazioni miserevoli: alcuni animali erano persino alloggiati all'esterno senza riparo, altri alla catena con ricoveri di fortuna; più cani adulti avevano segni diffusi di dermatiti non curate adeguatamente, mentre i più piccoli erano tormentati dalle pulci.  Il titolare del canile, allevatore anche di due razze canine molto alla moda in questo periodo, non è nuovo a segnalazioni della polizia municipale. Già in altre occasioni gli agenti modenesi e l'Azienda sanitaria si erano occupati del canile invitando l'uomo ad adeguare la struttura, ma senza ottenere risultati.  Nelle scorse settimane gli agenti del comando di via Galilei, al termine di controlli a distanza e di verifiche sull'attività realizzate anche tramite Internet, sono intervenuti e hanno chiuso l'attività. I cani trovati nella strurrura sono stati dati in affidamento.  Per il titolare della struttura è in arrivo una sanzione e, se i veterinari che hanno preso in cura gli animali dovessero accertare conseguenze negative per il cattivo mantenimento, potrebbe scattare anche una denuncia penale per maltrattamento nei confronti del gestore del canile e dei proprietari degli animali.  Dal comando della polizia municipale di Modena un invito ai proprietari di cani a verificare sempre, prima di affidare i propri cani, che la struttura sia regolarmente autorizzata e che rispetti le norme igieniche e l'idoneità dei locali. "In caso di dubbi - spiegano i vigili urbani - è possibile rivolgersi al comando della Polizia municipale o all'Ufficio diritti degli animali del Comune di Modena".

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Rubati tre volte i pannelli solari al semaforo del ponte

  SAN PROSPERO/BOMPORTO. Ladri di pannelli solari scatenati nei pressi del ponte di via Gallerana. I banditi hanno trafugato per ben tre volte il pannello che garantisce energia ad un semaforo lampeggiante mobile, necessario ad indicare il pericolo. Il ponte che si trova tra il territorio di San Prospero e Bomporto è chiuso da mesi per lavori di messa in sicurezza. La zona è quindi diventata un interessante fonte di approvigionamento per i ladri, certi di non essere disturbati nell’arte predatoria. Viene comunque da chiedersi a cosa servirà un piccolo pannello solare.

Oltretutto attraverso questa notizia di apprende che ancora non sono partiti i lavori di rifacimento del ponte nonostante il risolversi delle pratiche amministrative finananziarie tanto sbandierato dai 2 comuni con le rispettive delibere.

Statistiche

Utenti
490
Articoli
543
Web Links
20
Visite agli articoli
816150

Please publish modules in offcanvas position.