Good News

Buone notizie dal territorio

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Its per meccanica e materiali grazie a una Fondazione:il ns Comune aderisce

Articolo tratto da La Gazzetta di Modena

Cresce fra le imprese modenesi l'interesse per la costituzione della Fondazione per l'Istituto Tecnico Superiore della Meccanica e dei Materiali. Il nuovo percorso sarà realizzato presso l'ITIS Fermo Corni di Modena, capofila dell'iniziativa, il cui dirigente Francesca Giuliani è anche il primo presidente della neonata Fondazione. L'ITS realizzerà corsi biennali per il conseguimento del diploma di tecnico superiore. La Fondazione modenese nasce grazie all'impulso di Confindustria, Cna, Confapi pmi e Confartigianato-Lapam, col supporto della Provincia. Sono presenti 15 imprese (Ferrari Auto, Caprari, Tironi, SCE, IST, CMS, Tec-Eurolab, CNH Italia, Lorilabors, Piacentini costruzioni, Salami, Qonsult, Galvanica Nobili, Tecma, Margen, Malagoli Aldebrando), oltre al Dipartimento universitario di ingegneria meccanica e civile, Democenter-Sipe, i Comuni di Bomporto e di Modena e sei centri di formazione: Ial, Edseg, Nuova Didactica, Cspmi, Cni-Ecipar, FormArt. Confcooperative.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Si investe per le attività produttive, anche a Bomporto

Articolo tratto da La Gazzetta di Modena

Diciotto milioni di euro di investimenti nel triennio 2011-2013 per la riqualificazione delle aree estistenti, per la realizzazione delle aree produttive ecologicamente attrezzate e per l'acquisto di aree industriali. È quanto prevede il bilancio pluriennale del Consorzio attività produttive, approvato dall'assemblea dei 13 comuni che lo compongono.  «Nonostate la grave crisi economica - afferma il presidente Andrea Casagrande - il nostro consorzio ha approvato un bilancio che vuole essere anticiclico rispetto all'attuale situazione economica: investire ora, per dare supporto alle aziende che riescono a mantenersi sul mercato e che hanno necessità di una nuova sede o di ampliare quella in cui operano attualmente, significa mettere in atto una rete politica di sostegno all'economia locale».  Il tutto senza trascurare l'importante «finanziamento - prosegue Casagrande - da parte della Regione di 7 milioni di euro da destinare alla realizzazione delle aree ecologicamente attrezzate nella provincia di Modena. Ance sotto questo profilo ci saranno occasioni di lavoro per le imprese che parteciperanno alle gare».  «Quello del consorzio è un bilancio sano e virtuoso. Ora ci sono le condizioni - gli fa eco Valerio Zanni, presidente dell'assemblea dei 13 comuni consorziati - per poter tornare a investire, infatti sono previsti i cantieri nelle nuove aree industriali del Pip 10 "Ponte Alto sud" di Modena e nel comparto Gazzate di Nonantola, gli interventi di riqualificazione del Pip di Bomporto, oltre al coinvolgimento per la riqualificazione in aree ecologicamente attrezzate delle aree limitrofe esistenti in Comune di Modena e di Nonantola».

A Bomporto Fondi anche per le Pmi del territorio attraverso il consorzio "Modena Innova", con il progetto per lo stanziamento di fondi per le Pmi. La ricerca delle aziende virtuose inizierà a gennaio 2011.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Tre autovelox sulla Panaria Bassa

Articolo tratto da La Gazzetta di Modena

Tre autovelox sulla Panaria Bassa  BOMPORTO. Un tentativo di ridurre drasticamente la velocità sulla Panaria Bassa e in tutto il Comune.  È l'obiettivo che il sindaco Borghi si è posto e che tenterà di attuare entro la fine del 2010 («Dobbiamo valutare le imposizioni del patto di sbabilità, ma i soldi ci sono»). La Provincia ha infatti dato il via libera per l'installazione di 3 autovelox, in stile colonnina, nei tratti critici del territorio. Il tutto con l'avvallo della Prefettura che alcuni anni fa aveva certificato dopo uno studio della polizia municipale la pericolosità della strada.  Inizialmente si era anche parlato di autovelox formato lampioni (molto gettonati nel bolognese) ma il rischio di vandalismi e la poca praticità nel posizionare la macchina fotografica, ha fatto propendere per la classica 'colonnina'.  «Ne posizioneremo due per chi viene da Modena - spiega Borghi - uno subito dopo il cavalcavia che sovrasta il Naviglio e l'altro poco prima del curvone di villa Cavazza, a Gorghetto. L'ultimo velox sarà invece installato per controllare chi proviene da Camposanto, poco prima del centro di Solara».  Ma il sindaco tiene a spiegare le ragioni dell'intervento, il primo del genere su tutta la sp2 Panaria Bassa.  «Sia chiaro, non c'è alcuna intenzione di fare cassa. Tant'è vero che sarà attiva una sola macchina fotografica che ciclicamente verrà posizionata in una delle tre colonnine. Gli autovelox serviranno però per disincentivare l'alta velocità. Chi percorre quotidianamente la Panaria Bassa sa bene di cosa parlo: ci sono auto che sfrecciano ben oltre i limiti, mettendo in serio pericolo gli altri. Speriamo di poter ridurre il problema anche perchè l'intervento di sicurezza stradale sarà molto più ampio».  Sì, perchè la battaglia contro l'alta velocità non sarà combattuta soltanto con l'installazione dei velox, ma comporterà l'abbassamento dei limiti in tutte le strade extraurbane comunali. «Il limite scende a 70 chilometri orari in tutto il nostro territorio (nei centri storici restano i 50 km/h) - continua Borghi - Via Prati Livelli e via Solara, infatti, sono scorciatoie che diversi automobilisti imboccano e, dato il traffico ridotto, vengono raggiunti anche i 120 all'ora. È incredibile ed estremamente pericoloso. Perciò chiederò alla polizia municipale di intensificare i controlli, soprattutto negli orari di punta, per sanzionare i comportamenti scorretti e allo stesso tempo per disincentivare la ricerca della velocità. Infine, negli incroci pericolosi, saranno posizionate delle bande rumorose per aumentare l'attenzione. I dossi, infatti, non possono essere montati e quindi, ci auguriamo, che le bande rugose bastino».

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Bomporto, il nuovo PSC in adozione vince il premio delle "Città del vino"

da La Gazzetta di Modena del 28 Ottobre 2010

BOMPORTO. Un piano regolatore innovativo, in cui agricoltura - con un'attenzione particolare ai vigneti e alle pere - zone paesaggistiche da tutelare e sviluppo industriale trovano un connubio armonico, seguendo un attento disciplinare. Ora quel piano, presentato in un maxi-convegno alla presenza di politici nazionali, ha trovato ampi consensi anche a livello nazionale, venendo premiato come il miglior progetto da parte dell'associazione nazionale 'Città del vino'. La consegna (in foto) del riconoscimento è avvenuta a Venezia, all'interno di Urbanpromo, l'evento dedicato al marketing urbanistico e territoriale.  «Questo riconoscimento - ammette il sindaco Alberto Borghi - premia il lavoro fatto in questi anni per arrivare al nuovo Piano Strutturale Comunale, un Piano rivoluzionario per Bomporto che consegniamo alla cittadinanza come un business plan per la crescita di un territorio che partendo da cultura, tradizioni e valori punta ad uno sviluppo equilibrato che mette al centro le sue eccellenze come il Lambrusco di Sorbara e la Pera tipica, per valorizzarle al massimo»

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Bomporto. Il sindaco a Gorghetto «Presto telecamere e autovelox»

da La Gazzetta di Modena del 24 Ottobre 2010

BOMPORTO. Caffè col sindaco Alberto Borghi (in foto) ieri mattina in un bar di Gorghetto. Alla presenza di una quindicina di persone, di buon mattino il sindaco ha illustrato i nuovi progetti su viabilità e sicurezza per il territorio. «Entro l'anno - ha detto tra l'altro Borghi - verranno installate tre stazioni per autovelox sulla Panaria Bassa, all'ingresso dei centri abitati di Gorghetto, Solara e Bomporto». Il sindaco ha spiegato che verranno anche abbassati ai 70 orari i limiti di velocità, per garantire maggiore sicurezza stradale.  E, a proposito di sicurezza, è allo studio un progetto sperimentale per installare tre telecamere a Solara, nelle strade di accesso al paese: «Serviranno a monitorare chi entra e chi esce in occasione di furti o altri episodi delittuosi», ha chiarito.

Statistiche

Utenti
490
Articoli
543
Web Links
20
Visite agli articoli
816168

Please publish modules in offcanvas position.