Tares:mozione M5S al Senato per abolirla e passare alla tariffa puntuale: più ricicli meno paghi

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 

Torniamo a parlare della tanto famigerata TARES, la nuova tassa sui rifiuti, voluta dall'allora Governo Monti. Torniamo sull'argomento perche domani (9 aprile ndr) al Senato, il gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle, interverrà nel dibattito sulla Tares presentando una mozione che chiederà lil superamento di questa imposta e l’adozione per ogni ente locale della Tariffa puntuale . “Con l’abolizione della Tares e l’adozione della tariffa puntuale -spiega il cittadino al Senato Francesco Molinari membro della Commissione speciale che ha analizzato il provvedimento – si introdurrebbe il principio virtuoso che chi più ricicla meno paga. Questo già avviene nei tantissimi Comuni che hanno adottato il sistema di raccolta differenziata porta a porta con tariffa puntuale, arrivando a riduzione dei rifiuti, percentuali di differenziata superiori al 70% avviando percorsi verso Rifiuti Zero, con vantaggi economici per gli utenti e le imprese”. “La tariffa puntuale, al contrario della Tares, responsabilizza ogni cittadino e impresa” spiega il rappresentante del Movimento 5 Stelle.

“La Tares – continua Molinari – è di fatto le negazione della tariffa puntuale, punisce tutti i cittadini, le imprese ed i Comuni virtuosi dal punto di vista ecologico e dell’innovazione. Da qui la nostra richiesta di abolizione per andare verso un sistema innovativo al passo con il resto d’Europa”.

“La mozione chiede inoltre di attivare un percorso di aiuto agli Enti per arrivare alla tariffa puntuale e nel frattempo mantenere il sistema della Tia e Tarsu”. “Il Movimento 5 Stelle – conclude Molinari – in attesa dell’abolizione della Tares per passare alla tariffa puntuale, proposta sulla quale ci aspettiamo consensi e responsabilità da parte chi ha a cuore innovazione, ambiente, efficienza, sosterrà iniziative parlamentari che permettano ai cittadini e le imprese di non pagare questa imposta in queste settimane”.

 

Statistiche

Utenti
490
Articoli
543
Web Links
20
Visite agli articoli
816184

Please publish modules in offcanvas position.